Tag

, , , ,

 

Siamo tornati indietro non di decenni, ma di secoli. Gli eventi inesplicabili, infatti, che una volta si verificavano di rado sono ora all’ordine del giorno.

Le cause di questo ritorno improvviso agli orrori di un passato che ci illudevamo di avere rimosso per sempre sono più numerose di quanto non riusciamo a immaginare.

Ma quelle che hanno favorito in maggior misura il ritorno a una vita da zombie sono le malattie mentali, le scorie nucleari, la droga e la fame.


Questo cocktail micidiale ha devastato la specie che si era definita homo sapiens e l’ha riportata alla condizione di mostri in grado di realizzare senza rimorso i delitti più nefandi.

Pochi giorni fa un uomo nudo è stato ucciso da un poliziotto perché stava masticando la testa di un altro uomo e si era rifiutato di obbedire all’ordine di desistere dal suo insano comportamento.

Da quel tempo si è scatenato l’inferno sulla Terra. In diverse scuole studenti e insegnanti sono stati contaminati da un attacco di orticaria di cui non si hanno precedenti.

Un ragazzo ha azzannato alla gola una donna che nemmeno conosceva, un uomo ha preso a morsi in faccia un senzatetto perché gli aveva chiesto del denaro e una ragazza ha addentato il naso del cugino, tranciandolo di netto.
L‘altro giorno un uomo che sembrava disorientato è stato arrestato su un aereo dopo svariati tentativi di entrare nella cabina di pilotaggio, un altro ha preso a capocciate una vettura della polizia e poi ha sputato sangue sui poliziotti che cercavano di fermarlo e un’altro ancora si è tagliato la pancia con un coltello, ha tirato fuori gli intestini e li ha buttati addosso ai presenti inorriditi.

Nessuno può dire
se siamo di fronte a fatti isolati o all’inizio di un fenomeno che si sta diffondendo con una rapidità sconcertante. Ma l’uomo è terrorizzato dal pensiero che la lotta per la sopravvivenza lo farà sparire dalla faccia della Terra.

Annunci