Tag

, , , ,

The resistance against the austerity has led to distrust of politicians and bankers. However they don’t desist from pursuing their plan of sending European States into bankruptcy.

La resistenza contro il rigore ha portato alla sfiducia nei confronti di politici e banchieri. Eppure questi continuano a perseguire il loro squallido piano di mandare  gli Stati europei in bancarotta.
L’altro ieri i sindacati della scuola hanno portato in piazza a Madrid 8 milioni tra studenti e insegnanti, per difendere il diritto all’istruzione e per chiedere il ripristino dei sussidi governativi al fine di evitare licenziamenti di massa e ulteriori aumenti delle rette scolastiche.

“Ci stanno derubando del nostro futuro,” – ha detto uno studente – “non so come andrà a finire, ma non ci possiamo fermare di fronte a tanta barbarie.”
“La crisi economica non ha soluzione, ma i governi dei banksters non l’hanno capito.” – ha aggiunto un insegnante – “Accrescere il rigore trasformerà la collera in rivolte sociali dagli esiti imprevedibili.”

La corsa agli sportelli bancari per ritirare i risparmi in pericolo è il primo segnale che la situazione si sta facendo incandescente.
Quanto meno irresponsabile appare, pertanto, il comportamento dei leaders europei che, mentre i Paesi membri si avviano alla bancarotta, blaterano di ripresa nello spazio di pochi mesi.

Advertisements