Tag

, , , ,

We will return to national currencies when sacrifices will cut down the GDP, so that the european governments will be unable to sell bonds at attractive rates and banks collapse.

Il giocattolo si è rotto, ma i banchieri continuano a imporre sacrifici, tagliare le spese sociali e ridurre il costo del lavoro, pur essendo consapevoli che la recessione si farà più grave.  Muovere le leve di un meccanismo che ha cessato di funzionare è il primo dogma del Dio Denaro.
Queste misure, tuttavia, faranno scendere il PIL, per cui i governi europei non saranno più in grado di vendere titoli di Stato a tassi appetibili, la recessione diventerà insostenibile e non resterà altra strada che tornare alle monete nazionali.
A quel punto le banche che detengono i loro debiti falliranno e la crisi finanziaria dell’Europa diventerà irreversibile.
In questo momento, anche se adottassero politiche a favore della crescita, la situazione cambierebbe in peggio, perché l’aumento dei debiti sarebbe enorme e la recessione diventerebbe addirittura devastante.
Un certo numero di ban
che, infatti, si stanno già preparando a uscire dall’eurozona.
L’unica soluzione è la d
ecrescita felice, ma ci sono ancora troppi italiani che credono alla promessa di una ripresa entro l’anno in corso che permetterebbe loro di continuare a vivere nel falso benessere che ne ha fatto dei rammolliti.