Tag

, , , ,

The global financial collapse is inevitable. The neoliberism is sinking, while the challenge to the Power is spreading all over the world.

Terrorizzati dall’ineluttabilità del collasso finanziario globale, i banksteins si stanno servendo di tutti gli strumenti idonei a mantenere il controllo della situazione, senza darsi minimamente pensiero delle possibili ricadute sulle persone che hanno utilizzato come vittime sacrificali delle loro manovre.

Hanno dato vita a leggi liberticide, manipolato la Costituzione, disposto licenziamenti di massa, precarizzato il lavoro e ordinato alla polizia di reprimere brutalmente ogni tentativo di rivolta. Ma hanno ottenuto l’effetto contrario. In ogni parte del mondo sono cresciuti, infatti, i Movimenti per il ripristino della giustizia sociale e della democrazia.

Hanno pensato allora di attaccare l’Iran, ma sono andati a sbattere contro il muro dei Brics, disposti a difendere il  loro alleato strategico anche a costo di far esplodere una guerra nucleare.
L’ultima carta che stanno giocando è quella della chiusura delle banche, per impedire ai clienti di ritirare i loro depositi, con l’obiettivo di svalutare le monete, far crescere l’inflazione e rendere ancora più schiavi i lavoratori. Ma questa idea non ha alcuna possibilità di succeso, perché costringerebbe le masse affamate a contrastare violentemente il Sistema.

La crisi non ha sbocchi e finirà certamente male. Dobbiamo cominciare a pensare, pertanto, al dopo crisi, per trovare il modo di sopravvivere al brutto momento che stiamo attraversando.
Il nostro stile di vita deve cambiare radicalmente, altrimenti saremo costretti a farlo dalla Natura. E non abbiamo altra scelta che fornare piccole comunità territoriali dove tutti lavorano e tutti godono dei frutti del lavoro collettivo.

Prima di prendere questa decisione, tuttavia, dobbiamo liberarci delle illusioni della tecnologia, che percepiamo come comodità, ma che inquinano l’ambiente e ridanno vigore agli istinti che abbiamo rimosso nel corso dei secoli.

Annunci