Tag

, , , ,

The austerity measures are destroying our economy. The technocrats have to take an expansionary fiscal stance, if they really intend to save our Country.

Continuare a chiedere lacrime e sangue a un Paese, come l’Italia, senza prospettive di crescita rivela l’intenzione di portarlo al suicidio. Se non si passa subito a una politica espansiva, saremo costretti a tornare alla nostra moneta nazionale.
Gli eventi che porteranno al collasso dell’economia si stanno succedendo nell’ordine previsto dagli studiosi del MIT. Pertanto, il mantra con cui i tecnocrati ci chiedono sacrifici assurdi serve solo a impedire che le vittime sacrificali prendano piena coscienza della gravità della situazione e insorgano contro coloro che li hanno ridotto alla fame.

Il primo punto prevede che il debito continuerà a crescere, le condizioni dei meno abbienti a peggiorare, il prezzo delle abitazioni a crollare, gli  imprenditori a fallire, i pensionati a cercare qualcosa da mangiare nella spazzatura e i giovani a suicidarsi.
Gli investitori acquisteranno i titoli con un interesse sempre più alto, cosicchè, per poter continuare a ripagare il debito, il governo sarà costretto a ridurre stipendi e pensioni e aumentare tasse e bollette.
Prevedendo il fallimento dello Stato, gli investitori porteranno i loro soldi nei Paesi economicamente più forti.

Il venir meno della liquidità e l’aumento dei casi di insolvenza costringeranno le banche a restringere il credito. I clienti ritireranno i loro soldi dai depositi. Lo Stato bloccherà i prelievi, cosicché diminuiranno le entrate fiscali, crollerà il sistema bancario, i giovani emigreranno, lasceremo l’euro e torneremo alla moneta nazionale.
Quello che accadrà dopo possiamo solo ipotizzarlo, ma sarà comunque l’inizio della fine.