Tag

, , , ,

After harassing workers, youths, students and pensioners, now the plutocracy attacks people with disabilities. This is unfair and ruthless.
L’accanimento patologico dei governi manovrati dai banchieri contro i cittadini che non sanno difendersi va avanti come uno schiacciasassi. Adesso è la volta dei disabili.

Il governo olandese conta di risparmiare quasi due miliardi di euro nel settore sociale con una legge che colpisce i disabili, la categoria che un tempo occupava il primo posto tra gli obiettivi perseguiti dai governi socialisti.

Diversamente che negli altri Paesi, tuttavia, si è trovato contro il sindacato, che ha lanciato subito una petizione per bloccare la legge, raccogliendo più di 100.000 firme.

Da parte sua il presidente del Partito Socialista ne ha chiesto l’abolizione, perché il suo intento chiaramente antisociale indigna qualsiasi persona dotata di un minimo di sensibilità.

La legge prevede che, al compimento del 18° anno di età, i lavoratori disabili che non sono più in condizione di svolgere la loro attività, percepiscano un assegno in nessun caso superiore al 70% del salario minimo. E’ seguita, tuttavia, dalla clauola che non abbiano dei risparmi e nessuno dei loro familiari guadagni più del minimo salariale.
Quelli che saranno considerati idonei a svolgere il proprio lavoro, invece, non saranno retribuiti per i primi tre mesi, dovranno accontentarsi di un salario adeguato alle loro scarse capacità lavorative e non avranno diritto alla pensione.

Intanto in Spagna il governo Rajoy ha emanato una legge che equipara i manifestanti ai terroristi.
Un governo che costringe i cittadini a rispettare con la forza una serie di provvedimenti che colpiscono duramente i loro interessi non è un’oligarchia, come si illude qualcuno, ma una dittatura.

Non ci resta, pertanto, che dar vita a un Movimento europeo capace di attuare uno sciopero fiscale con l’obiettivo di rovesciare l’Europa dei banchieri e instaurare l’Europa dei popoli.

Annunci