Tag

, , , ,

La disfatta dei rettiliani è imminente

Periodicamente veniamo invasi da orde di adoratori del Vitello d’oro che, per vendicarsi della Storia, per la quale non sono che cloni dei rettiliani, devastano i progressi acquisìti in decenni di lotte e sacrifici.
Il loro  disprezzo per la pace, l’evoluzione sociale, la democrazia
, la libertà, i valori altrui e l’ambiente ha suscitato ondate di sdegno dovunque nel mondo e ha reso indispensabile la rivoluzione planetaria da tempo auspicata che finalmente libererà l’uomo dai suoi istinti satanici.

L’odio nei confronti dell’Islam che hanno dimostrato in Afghanistan, i comportamenti barbarici dei loro tirapiedi in Libia (guarda il video) e in Siria, l’assassinio degli scienziati iraniani, le sanzioni, le minacce di guerra contro il resto del mondo, la devastazione di diversi Paesi, i genocidi, le violazioni dei diritti umani e la condanna a morte per fame dei greci  e dei portoghesi hanno passato il segno e costretto decine di migliaia di persone a dimostrare la loro rabbia nelle strade.

Lo dimostrano le manifestazioni che ci sono state in diversi Paesi europei, le prese di posizione del  governo norvegese e del segretario della SPD, Gabriel, a favore dei palestinesi, le contestazioni a Sarkozy, l’avanzata del Movimento antimondialista in Francia, la dichiarazione di Hollande, secondo cui la politica deve riprendere la sua preminenza sulla politica e i fischi e le urla contro Monti e i sindacati a Torino, Genova e Ancona.
Ma l’evento che ha segnato il punto di svolta è stata la manifestazione che si è svolta ieri in Francia, nel corso della quale oltre 120.000 manifestanti hanno inneggiato a Jean-Luc Melenchon, candidato della sinistra radicale alle prossime elezioni presidenziali in Francia, facendo sventolare un fiume di bandiere rosse per le strade di Parigi.

La marcia si è conclusa in piazza della Bastiglia, dove lo stesso Melenchon ha detto che convocherà un’Assemblea Costituente, per gettare le basi di una nuova Repubblica, sociale, laica ed ecologica.
I venti di guerra hanno cominciato a soffiare e non solo in Europa. E’ inutile, pertanto, che i tecnocrati, che hanno determinato il fallimento dell’economia occidentale, facciano finta di niente.

Annunci