Tag

, , , ,

Il collasso del dollaro è imminente

Quello di cui vi sto parlando non è una fiction, ma la cronaca di quello che accade tutti i giorni negli Stati Uniti da qualche tempo a questa parte.
Dormono nelle fogne, nelle tende, nelle autovetture abbandonate, persino nei boschi. Quelli che sono riusciti a infilarsi in un tugurio dividono lo spazio con decine di bestie selvatiche. Mangiano zuppa di pomodori e, quando non ne trovano in giro, topi spellacchiati, mentre bande di criminali percorrono le città, mettendole a ferro e fuoco.

Il declino dell’economia è inesorabile. Gli americani sanno che, quando il dollaro crollerà, sopravvivere sarà quasi impossibile, ma non hanno alternative.
Nello stesso tempo affondano navi e cadono aerei, perché il governo federale non ha più la possibilità di sottoporli a opportune manutenzioni.

Questa è solo una descrizione approssimativa per difetto della situazione in cui si trova oggi un Paese, alle cui sponde in passato tanti derelitti sognavano di approdare, grazie agli errori dei neoliberisti. E, poiché si prevede che le cose andranno sempre peggio, si può facilmente immaginare quello che domani dovranno fare milioni di americani, e forse  altrettanti europei, per sopravvivere.
Le manifestazioni di Occupy Wall Street vanno avanti senza sosta. L’ultima è stata organizzata per  appoggiare le donne cacciate via illegalmente da uno spazio pubblico solo perché protestavano per la violazione dei loro diritti.

Gli Stati del Sud, prevedendo il collasso del governo federale, chiedono da tempo l’autonomia, incuranti del fatto che, quando le richieste saranno accolte, si arriverà alla disintegrazione del Paese.
Mc Cain e Ron Paul hanno capito che la protesta sociale sta sfuggendo al controllo dello Stato e ognuno dei due ha reagito a modo suo. Il primo ha chiesto il bombardamento della Siria senza chiedere la risoluzione del CdS dell’ONU. Il secondo ha detto che, se verrà eletto, chiederà il ritiro dei soldati americani da Iraq e Afghanistan e ridurrà al minimo le spese militari.

Annunci