Tag

, , , ,

Il primo luglio uccideranno la democrazia

Se continuiamo a vivere nell’illusione che tutto si aggiusta, significa che ci siamo rassegnati al destino che ci hanno confezionato. L’assedio dei banchieri internazionali andrà avanti sempre più incalzante. Gli attacchi al mondo del lavoro, le manovre e le  misure di austerità finiranno solo quando ci avranno succhiato l’ultima goccia di sangue.
Forse non tutti sanno che il Parlamento europeo ha autorizzato i Paesi che utilizzano l’euro a mettere a punto un meccanismo in grado di salvaguardare la stabilità dell’eurozona.
Per conseguire l’obiettivo, gli stessi Paesi dovranno  rinunciare al loro potere legislativo e raccogliere un fondo di 2.000 miliardi di euro, per erogare prestiti a quelli che si trovano sull’orlo del default.

Dal momento che un’imposizione fiscale così dura non potrà impedire che esplodano rivolte di massa, gli europarlamentari hanno previsto che saranno represse con qualsiasi mezzo e che chiunque darà informazioni sulla legge sarà soggetto a controlli estremamente severi.

L’ampliamento illegale delle competenze della UE è un vero e proprio golpe con il quale una istituzione che ha mancato tutti i suoi obiettivi mira a salvarsi, senza preoccuparsi di gettare nella disperazione più cupa milioni di persone che già adesso non riescono a vivere dignitosamente.
Ma quello che indigna di più è l’atteggiamento dei politici degli Stati nazionali, che, rinunciando al loro potere, si prepano a ratificare in silenzio una legge che trasformerà di colpo l’Europa in una dittatura e ci toglierà definitivamente la sovranità monetaria insieme alla libertà conquistata in settant’anni di lotta e sangue.

Il nostro Paese non deve aderire al Meccanismo di Stabilità Europeo. Non possiamo permettere ai nostri leader politici di riportare la nostra vita a un tempo che pensavamo superato per sempre.
L’ultima possibilità che abbiamo è quella di mandare questa mozione ai politici.

Annunci