Tag

, , , , , , , ,

Basta con i ricatti dell’elite finanziaria

Solone stabilì che i greci che non pagavano i debiti diventavano schiavi del loro creditori. 
Fu l’abolizione di questa legge barbarica a gettare le basi della democrazia, del diritto e della cultura in Europa.
Per difendere il popolo greco e quello dei Paesi deboli dell’Eurozona dalla politica criminale e irresponsabile dell’elite finanziaria, che impone continue misure di austerità e privatizza i beni comuni, tre celebrità greche, il compositore Theodorakis, il patriota Glezos e il costituzionalista Kesimatis hanno dato vita alla “ELADA”, ovvero la Resistenza Unita dei popoli democratici.

Secondo i fondatori del Movimento, per difendersi dalla crisi finanziaria indotta dalla globalizzazione, sia le banche che i derivati finanziari devono essere controllati, è necessario promuovere la solidarietà, generare lo sviluppo economico invece del profitto e favorire la crescita stimolando la domanda. I nazisti sconfitti, indossata la casacca della elite finanziaria, sono tornati alla carica con l’obiettivo di distruggere gli Stati, per imporre ai popoli la Dittatura plutocratica globale.

I manifestati di OccupyWallst sostengono l’azione dei greci, perché sanno di avere gli stessi interessi e aggiungono che ovunque nel mondo le politiche dalla troika tiranneggiano i popoli, come dimostra il fatto che, per ridurre il debito, stanno distruggendo i servizi sociali.

Ci informano poi che ci sono già state proteste a Chicago, San Francisco e New York City e che tra qualche giorno scenderanno per le strade i cittadini di tutta Europa in segno di solidarietà con i greci che soffrono.

Annunci